12.Caso

La teoria della gravitazione universale venne concepita da Isaac
Newton quasi per caso...era seduto in contemplazione mentre da un
albero cadde una mela. In realtà la leggenda (poco veritiera) vuole
che fosse seduto sotto un melo nella sua tenuta a Woolsthorpe quando
una mela gli cadde sulla testa. Legenda a parte, si tratta di una
casualità che lo portò ad interrogarsi sul perchè la mela cadeva sempre
verso il centro della terra e non trasversalmente o verso l’alto...da
questa domanda venne poi elaborata la teoria sulla forza di gravità. 


2010, MacBook Skin.

La componente casuale è fondamentale in tutti i progetti. Anzi, in
qualsiasi cosa.
Il progettista può, al più, controllare circa la metà del processo
progettuale. L'altra metà è puramente casuale. 

Nel 2007 il matematico Nassim Taleb scrive un libro che diventa subito
best seller. Il Cigno nero parte da una semplice domanda: perchè ci
ostiniamo a pianificare il futuro in base alla nostra conoscenza
quando le nostre vite vengono sempre modificate dall’ignoto?
Qui una parte dell’introduzione:
“Cosa pensarono gli europei quando, giunti in Australia, videro dei 
cigni neri dopo aver creduto per secoli, supportati dall'evidenza, che  
tutti i cigni fossero bianchi? Un singolo evento è sufficiente a  
invalidare un convincimento frutto di un'esperienza millenaria. Ci  
ripetono che il futuro è prevedibile e i rischi controllabili, ma la  
storia non striscia, salta. I cigni neri sono eventi rari, di  
grandissimo impatto e prevedibili solo a posteriori, come l'invenzione  
della ruota, l'11 settembre, il crollo di Wall Street e il successo di  
Google. Sono all'origine di quasi ogni cosa, e spesso sono causati ed  
esasperati proprio dal loro essere imprevisti. Se il rischio di un  
attentato con voli di linea fosse stato concepibile il 10 settembre,
le Torri Gemelle sarebbero ancora al loro posto. Se i modelli
matematici fossero applicabili agli investimenti, non assisteremmo
alle crisi degli hedge funds. Questo libro è dedicato ai cigni neri:
cosa sono, come affrontarli, in che modo traene beneficio”.


2007, Il Cigno nero di Nassim Taleb.

Boskov vs Mourinho.
Due approcci completamente diversi. Due personalità geniali. Due
allenatori che sanno benissimo quanto sia importante il caso nel calcio,
ma che si relazionano ad esso in maniera diametralmente opposta.

Questo il metodo Boskov.
Allenatore passato alla storia più per le sue “perle” calcistiche che
per il suo gioco. Boskov si affidava molto al caso, non dava tanta
importanza alle sedute tattiche durante gli allenamenti. Nella sua
carriera da allenatore ha ripetuto il gusto del continuo rimaneggiamento
della formazione che andava in campo (un vero e proprio puzzle tattico).  

Questo il metodo Mourinho.
Al contrario Mourinho è ossessionato dai tatticismi...una vera e propria
organizzazione collettiva (di squadra). Non tralascia il minimo
dettaglio. La sua scrupolosità maniacale lo porta a registrare e
prendere appunti sul suo taccuino durante tutto il corso della partita.
Nulla è lasciato al caso....anzi proprio questa sua ossessione lo porta
al controllo di metà “processo” (ovvero la parte che è possibile
controllare), lasciando minimo spazio al caso.
Curiosità, notizia di pochi giorni fa, uno dei famosi quaderni sui quali
l’allenatore portoghese prende appunti è stato messo all'asta su
internet a un prezzo base di 2.500 euro. Il taccuino risale all'ultima
partita alla guida del Porto nel maggio 2004.

                
1992, Boskov (Sampdoria).              2004, Mourinho e il suo taccuino.

---
[Architettando]

In alcune forme d’arte il “caso” rappresenta una componente positiva e
soprattutto compositiva...come nell’Action Painting.
La tecnica utilizzata è il dripping (letteralmente significa gocciolare
o sgocciolare) fortemente caratterizzata da una gestualità istintiva,
spontanea e spesso casuale dell’artista...il colore viene lasciato
sgocciolare sulla tela distesa per terra da un contenitore bucherellato,
schizzato direttamente con le mani o con un pennello. 

  
1950, Jackson Pollock.                 2010, Action Painting Performance.

In ambito progettuale, il più delle volte, la casualità ha un’accezione
negativa...è una componente difficilmente controllabile. L’abilità di un
progettista sta anche nel prevedere probabili/possibili fenomeni che
possono verificarsi nel corso del tempo.
La previsione deve avvenire sia durante la fase analitica (pre-
progettuale) che durante la fase di ideazione progettuale...proprio
per evitare spiacevoli incovenienti e dover ricorrere ai ripari una
volta che il danno è avvenuto.

Il primo esempio di casualità progettuale è la Torre di Pisa, nel mondo
tutti la conoscono...è divenuta un’icona proprio per caso.
I problemi con il terreno sottostante iniziarono durante la costruzione
del terzo piano...la struttura stava cedendo piano piano a causa della
presenza di numerose falde acquifere. Per evitare il crollo della torre
i rimanenti piani vennero realizzati incurvandoli nel senso opposto a
quello di pendenza, proprio per bilanciare l’intera struttura.
Questo è un esempio di casualità “positiva”...la Torre di Pisa sarebbe
così famosa se non pendesse?

         
XIV sec, Torre di Pisa                                2010, Travel Icons.
(fine lavori).

Casualità “negativa”.
Se siete stati a Venezia (in auto o treno) avrete sicuramente percorso
il Ponte della Costituzione di Santiago Calatrava.
Con la prima pioggia si verificarono i primi problemi....a causa del
materiale utilizzato per la pavimentazione (vetro) ci sono stati una
serie di inconvenienti (scivoloni). La soluzione trovata dall’architetto
è stata di sostituire le 32 pedate in vetro con analoghe in pietra...il
dibattito è ancora aperto.

      
2008, Ponte della Costituzione.                     2008, pavimentazione.

L’Huge Wineglass di Toyo Ito è un esempio progettuale dove il fattore
“caso” ha provocato  conseguenze negative. Il “calice” così com’è
chiamato dalla gente di Pescara è stato inaugurato il 14 dicembre 2008,
dopo solo due mesi la prima crepa...casualità vuole che al primo sbalzo
i temperatura le struttura è implosa.

   
2008, Huge Wineglass.                                               oggi.

Poi ci sono esempi curiosi riguardanti gli effetti casuali non
previsti...come avviene nel gioco di ombre proiettate sulla passerella
del Westminster Bridge.
Annunci

9 Risposte to “12.Caso”

  1. Simone Bosaglia/Alfonso DeFabrizio Says:

    12-Caso
    -Nome
    Penicillina
    -Link
    Google/cerca/ Penicillina
    -Cos’è?
    Sono antibiotici ricavati dai funghi Penicilium Notatum e Penicilium Chrysogenum.
    -Cosa fa?
    La penicillina agisce contro la maggior parte dei batteri (stafilococchi, streptococchi, gonococchi …) distruggendoli e fermando la malattia.
    -Perché?
    La scoperta della penicillina avvenne per puro caso: durante i primi anni del Novecento la convinzione che ci fossero agenti micotici che potessero aiutare l’uomo a difendersi da altri germi patogeni era diffusa, ma non provata. La ricerca in questo senso languiva senza poter produrre effetti utili.

    Il punto di svolta si ebbe quando Alexander Fleming, nel suo laboratorio di St. Martin, a Londra, verificando lo stato di una coltura di batteri, vi trovò una copertura di muffa. Questo evento non aveva nulla di straordinario, poiché erano normali situazioni del genere; la cosa eccezionale fu invece il fatto che questa muffa aveva annientato tutti i batteri circostanti.

    La scoperta, come si è detto, fu casuale; infatti, se si fosse trattato di un altro tipo di germi, o di un altro tipo di muffa, o più semplicemente di uno scienziato più distratto, probabilmente tutto sarebbe passato inosservato.

    -Marketing?
    Una volta scoperta, la penicillina, è diventata un bene di prima necessità per la cura delle maggiori e minori malattie batteriche. Il costante uso di questo tipo di farmaci ha però generato su alcuni batteri la capacita di resistervi, ecco perche da alcuni anni il ministero della salute si impegna in una campagna di responsabilizzazione riguardo l’uso di suddetti farmaci.
    -Immagini



    Simone Bosaglia/Alfonso DeFabrizio

  2. Erika & Nicolò Says:

    nome  (azienda, prodotto o servizio)

    Penna a sfera

    link

    http://it.wikipedia.org/wiki/Penna_a_sfera

    cos’è?
    La penna a sfera, chiamata spesso anche biro, è uno strumento per scrivere su carta.

    cosa fa?
    Sostituisce la penna d’oca, la quale, intinta in un calamaio contenente inchiostro costituiva uno dei primi mezzi raffinati di scrittura. Successivamente alla penna d’oca pura e semplice fu aggiunto un pennino metallico che garantiva una maggiore resistenza della punta ed una maggiore uniformità del tratto.

    perchè?  (come si intreccia con la lezione)
    I primi progetti della penna a sfera sembrano essere stati creati da Leonardo da Vinci. Era un semplice tubo d’ottone che si restringeva alla fine con delle scanalature che permettevano il passaggio dell’inchiostro alla sfera che chiudeva il ubichino d’ottone. La penna a sfera venne poi ideata dal giornalista ungherese Làszlò Jòzsef Bìrò nel 1938. Vedendo una palla che, uscita da una pozzanghera, lasciava una scia sulla terra, per caso, Bìrò pensò che questo principio potesse valere anche con l’inchiostro.

    marketing?  (qual’è la strategia di vendita)
    La prima penna a sfera venne messa in vendita il 29 ottobre 1945 in un grande magazzino a New York al prezzo di 12,50$.
    Al giorno d’oggi la penna a sfera viene prodotta e venduta da numerose aziende in svariati negozi.

    immagini

    Erika CUbranich e Nicolò Costanzo

  3. Barbara Palmitesta Jawad Perucchini Says:

    Nome
    Pompei e Eruzione del 79 d.C.
    Link
    Google/cerca/Pompei
    Cos’è?
    Pompei è un comune italiano nella provincia di Napoli in Campania
    Cosa fa?
    Nell’autunno del 79 d.C. la città fu vittima di una forte eruzione del Vesuvio.La città fu sommersa da una pioggia di cenere e lapilli che cadde ininterrotta fino a sommergerla completamente distruggendola e causando un alto numero di vittime.
    Perchè?
    La tragedia che ha reso famosa la città (gli scavi archeologici hanno riportato alla luce l’antica città, rendendo il sito il secondo più visitato al mondo) è avvenuta a causa di un eruzione del Vesuvio, un fenomeno casuale del tutto imprevedibile al tempo, e grazie al tragico evento dato dal caso, la città è stata completamente distrutta, la sua storia è diventata famosa e il luogo una meta turistica molto visitata
    immagini

    Palmitesta Barbara Jawad Perucchini

  4. Paola De Marini Says:

    Nome
    tasto “mi sento fortunato”

    Link
    http://www.google.it

    Cos’è?
    La selezione del pulsante “Mi sento fortunatoTM” permette di aprire automaticamente la prima pagina web trovata dal motore di ricerca. Coloro i quali lo utilizzano per le loro ricerche scavalcano a piè pari la possibilità di visualizzare gli annunci pubblicitari che Google inserisce nelle pagine con gli esiti della ricerca.
    Conclusione: il danno per Google può essere orientativamente quantificato sui 110 milioni di dollari all’anno.

    Cosa fa’?
    Chi dopo avere impostato una ricerca sceglie “Mi sento fortunato” anziché “Cerca con Google”, viene portato direttamente al primo dei risultati trovati dal motore di ricerca, senza visualizzare la pagina delle alternative.

    Perchè?
    Il “Mi sento fortunato” è un po’ il simbolo della soddisfazione finale che l’utente ottiene quando trova sempre quello che sta cercando, indipendentemente dal profitto che torna alla grande G. In questo senso, il tasto rappresenta lo spirito stesso dell’azienda, perciò, almeno per ora, è destinato a rimanere sempre in bella vista nella pagina iniziale del motore di ricerca…

    Immagini

  5. Luigi e Andrea Says:

    Nome: gratta e vinci

    Link: http://www.lottomaticaitalia.it/grattaevinci/classico/

    Cos’è: chiamato anche lotteria istantanea è un gioco d’azzardo gestito dalla Lottomatica per conto dei Monopoli dello Stato.

    Cosa fa: Consistono in biglietti di carta, con applicata su una parte del biglietto stesso una superficie nascosta da una parte argentata. Funziona grattando la parte argentata o dorata del biglietto, il quale nasconde l’eventuale combinazione vincente (generalmente simboli o cifre) e il relativo premio in denaro.

    Perchè: permette la vincita di una somma di denaro; il tutto attraverso il caso.

    Marketing: viene venduto in diversi prezzi a seconda del monte premi ed è molto facile da trovare, spesso in bar e tabacchi.

  6. Giulio & Roberto Says:

    nome  (azienda, prodotto o servizio)

    Scarpe Geox

    link

    http://www.geox.com/

    cos’è?

    Le scarpe Geox sono diventate famose per le suole traspiranti

    cosa fa?

    La suole perforate sono studiate per fare “respirare” il piede. Viene inserita una membrana impermeabile e traspirante all’interno delle suole in gomma per lasciare traspirare i piedi e impedire il passaggio dell’acqua all’interno.

    perchè?  (come si intreccia con la lezione)

    Mario Moretti Polegato, presidente del gruppo Geox, racconta:
    Ero a Rheno in Nevada, il paese dei cowboy, per promuovere i miei vini e in un momento di relax avevo deciso di fare una passeggiata sulle montagne rocciose. Prendendo le mie scarpe da ginnastica con la suola in gomma, ho iniziato subito ad avere disturbi per il grande caldo e per lo stato di malessere in cui si trovavano i miei piedi. Tormentato da questo fastidio, senza rifletterci sopra, ho deciso di fare con un coltello un paio di fori nelle suole, per diminuire la temperatura interna. Così mi è venuta l’idea di come risolvere un problema molto sentito. Quello è stato l’inizio dell’avventura che ha cambiato il mio destino di imprenditore.

    marketing?  (qual’è la strategia di vendita)

    La costante focalizzazione sulla ricerca e sull’innovazione di prodotto ed il lavoro di squadra. Meno di otto anni fa nasceva Geox ed eravamo solo in 5. Oggi lavorano in Geox oltre 5000 addetti tra diretti e indiretti (….) Pochi mesi fa la Borsa Italiana, Il Sole 24 Ore ed Ernst & Young, hanno conferito il premio “L’imprenditore dell’anno” al presidente dell’azienda. “Ciò è stato possibile in così poco tempo grazie agli investimenti fatti sin dagli esordi in ricerca e tecnologia e all’aver saputo trasferire con entusiasmo al top management la missione aziendale”.

    immagini

    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://www.blog-franchising.com/wp-content/uploads/2009/05/geox.jpg&imgrefurl=http://www.blog-franchising.com/geox-calo-dellutile/geox/&usg=__MmNDI-lpZfuGSMWYpmfR3Tq3EQc=&h=418&w=575&sz=50&hl=it&start=0&sig2=GiylwUjWX0xe-9NHfsPngA&zoom=1&tbnid=x_yblSW2FCZs-M:&tbnh=133&tbnw=194&ei=mS1kTavoEImBOs7r5M8J&prev=/images%3Fq%3Dgeox%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dsafari%26sa%3DX%26rls%3Den%26biw%3D1436%26bih%3D768%26tbs%3Disch:1,isz:m&um=1&itbs=1&iact=hc&vpx=342&vpy=119&dur=561&hovh=191&hovw=263&tx=142&ty=141&oei=mS1kTavoEImBOs7r5M8J&page=1&ndsp=25&ved=1t:429,r:1,s:0

    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://www.citylifemagazine.ca/wp-content/gallery/success_geox/geox5.jpg&imgrefurl=http://www.citylifemagazine.ca/%3Fp%3D218&usg=__cTYZBtvQ-kQWzTqNkZm-aAgpd6w=&h=430&w=400&sz=61&hl=it&start=0&sig2=NivGp75GGkuhTmYcIxqkkA&zoom=1&tbnid=tRKJLEfoWCYi8M:&tbnh=165&tbnw=165&ei=mS1kTavoEImBOs7r5M8J&prev=/images%3Fq%3Dgeox%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dsafari%26sa%3DX%26rls%3Den%26biw%3D1436%26bih%3D768%26tbs%3Disch:1,isz:m0%2C247&um=1&itbs=1&iact=hc&vpx=496&vpy=156&dur=2885&hovh=233&hovw=217&tx=148&ty=122&oei=mS1kTavoEImBOs7r5M8J&page=1&ndsp=25&ved=1t:429,r:14,s:0&biw=1436&bih=768

    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://shoes.stylosophy.it/wp-galleryo/geox-golf/geox-golf.jpg&imgrefurl=http://shoes.stylosophy.it/s/geox/&usg=__NBdyYSuN0Mzyxr6MAjYfoZ4aS0E=&h=306&w=400&sz=39&hl=it&start=0&sig2=TjsTGvO-phOcxV7SMDazJw&zoom=1&tbnid=rs0CvLqOri650M:&tbnh=133&tbnw=174&ei=mS1kTavoEImBOs7r5M8J&prev=/images%3Fq%3Dgeox%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dsafari%26sa%3DX%26rls%3Den%26biw%3D1436%26bih%3D768%26tbs%3Disch:1,isz:m&um=1&itbs=1&iact=rc&dur=224&oei=mS1kTavoEImBOs7r5M8J&page=1&ndsp=25&ved=1t:429,r:0,s:0&tx=92&ty=77

    Altro

  7. Giulio & Roberto Says:

    nome  (azienda, prodotto o servizio)

    Formosa

    link

    http://shop.danesemilano.com/?eomPrd=47&eomPrdImg=0

    cos’è?

    Un calendario perpetuo

    cosa fa?

    Su quadrato di alluminio anodizzato si appendono dei pannelli in PVC per segnare la data numerica, il giorno della settimana e il mese.

    perchè?  (come si intreccia con la lezione)

    Progettando Formosa Mari racconta di essere stato ispirato dai cartelli di ferro che si trovano sulle banchine dei binari che i capotreni aggiornano manualmente, indicando le destinazioni dei treni. Il fulcro del calendario è proprio nelle fascette posizionabili e nella grafica di cifre e lettere, pensate in nero su bianco. Il calendario è ancora in produzione.

    marketing?  (qual’è la strategia di vendita)

    Il marchio Danese fa parte del gruppo Artemide ed è sempre stato “editore” di progetti di altissimo standard qualitativo, talvolta edizioni limitate. La collaborazione fin dai primi anni con designer di spicco come B.Munare ed Enzo Mari (già dal 1958), e quella attuale con altri progettisti come N. Fukasawa, M. Ferreri, M. Guixè e diversi altri è un indice di come la strategia di danese privilegi la ricerca qualitativa dei prodotti, rispetto ad altre forme di marketing.
    immagini

    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://remodelista.com/img/sub/uimg/janet/01-2010/Enzo%2520Mari%2520Formosa%2520Calendar.jpg&imgrefurl=http://remodelista.com/posts/office-enzo-mari-perpetual-calendar&usg=__lKuTY003OSFFp54AT_8eIE4pCP4=&h=450&w=450&sz=25&hl=it&start=0&sig2=PTJluDoYPgNG-fIcjUZrUg&zoom=1&tbnid=pSfFgzkrz7aXOM:&tbnh=147&tbnw=147&ei=nCNkTblkj-o5xY_E0Ak&prev=/images%3Fq%3Dformosa%2Benzo%2Bmari%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dsafari%26sa%3DN%26rls%3Den%26biw%3D1436%26bih%3D768%26tbs%3Disch:1&um=1&itbs=1&iact=hc&vpx=288&vpy=104&dur=293&hovh=225&hovw=225&tx=104&ty=127&oei=nCNkTblkj-o5xY_E0Ak&page=1&ndsp=31&ved=1t:429,r:1,s:0

    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://farm3.static.flickr.com/2428/3588557456_eb02001c60_z.jpg&imgrefurl=http://www.flickr.com/photos/smowblog/3588557456/&usg=__iLSTiX-bE0UlmgCB09SgNQ9EPYY=&h=480&w=640&sz=138&hl=it&start=31&sig2=P4lZdhU418FUdLvtj4zJUw&zoom=1&tbnid=Qo6WP45aJjN92M:&tbnh=148&tbnw=197&ei=CSRkTeqePJG18QO9jtTxCA&prev=/images%3Fq%3Dformosa%2Benzo%2Bmari%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dsafari%26sa%3DN%26rls%3Den%26biw%3D1436%26bih%3D768%26tbs%3Disch:10%2C601&um=1&itbs=1&iact=hc&vpx=137&vpy=321&dur=1037&hovh=194&hovw=259&tx=188&ty=109&oei=syNkTajHK4ScOpvsqbcJ&page=2&ndsp=29&ved=1t:429,r:8,s:31&biw=1436&bih=768

    Altro

    A proposito di Mari:

  8. Fabia De Gasperis,Luca Pecora Says:

    nome
    Petrolio

    Link
    http://www.geologia.com/area_raga/petrolio/pet_main.html

    cos’è?
    Combustibile fossile

    cosa fa?
    con la sua lavorazione è possibile utilizzarlo per la fornitura di energia per la trazione di autoveicoli (benzina, gasolio) e delle industrie, nelle lampade ad olio e nell’antichità per uso medico.

    perché?
    il petrolio, ad oggi, è l’unica fonte che manda avanti l’economia mondiale

    marketing?
    grazie alla consapevolezza che il petrolio è un bene indispensabile, ad oggi, i vari produttori regolano l’estrazione in modo da tenere alto il prezzo dello stesso.

    immagini
    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://digilander.libero.it/emcalvino/petrolio/bacino_mir.jpg&imgrefurl=http://digilander.libero.it/emcalvino/petrolio/origine.html&usg=__ly45OYWd8Nsqeo8BCfLMO3oBp9k=&h=300&w=378&sz=18&hl=it&start=0&zoom=1&tbnid=9X8mSueKwLn1BM:&tbnh=142&tbnw=179&ei=201vTeyVA8eV4gbEkMjzDA&prev=/images%3Fq%3Dpetrolio%253F%26um%3D1%26hl%3Dit%26sa%3DN%26biw%3D1911%26bih%3D1086%26tbs%3Disch:1&um=1&itbs=1&iact=hc&vpx=640&vpy=114&dur=543&hovh=200&hovw=252&tx=89&ty=118&oei=201vTeyVA8eV4gbEkMjzDA&page=1&ndsp=58&ved=1t:429,r:3,s:0
    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://www.piazzaffari.info/wp-content/uploads/2010/11/petrolio21-500×375.jpg&imgrefurl=http://www.piazzaffari.info/petrolio&usg=__OhEMMUR7D5ytDgIEFAT1PpXgwLo=&h=375&w=500&sz=31&hl=it&start=2&zoom=1&tbnid=Th5KCJlGOB6kTM:&tbnh=98&tbnw=130&ei=201vTeyVA8eV4gbEkMjzDA&prev=/images%3Fq%3Dpetrolio%253F%26um%3D1%26hl%3Dit%26sa%3DN%26biw%3D1911%26bih%3D1086%26tbs%3Disch:1&um=1&itbs=1

  9. Jlenia Coco Says:

    nome
    forno a microonde

    link
    Google/cerca/forno a microonde

    cos’è?
    Il forno a microonde è un tipo di forno da cucina in cui la cottura del cibo è principalmente dovuto all’effetto riscaldante delle microonde.

    cosa fa?
    riscalda o cuoce il cibo attraverso le microonde.

    perchè?
    L’invenzione del microonde è un esempio di “caso”: la sua nascita si deve a Percy Spencer, impiegato della Raytheon, mentre realizzava magnetron per apparati radar. Un giorno, mentre lavorava su un radar acceso notò improvvisamente che una tavoletta di cioccolato che aveva in tasca si era sciolta. Subito provò a cuocere dei pop corn, e il resto è storia.

    immagini
    http://www.google.it/imgres?imgurl=http://www.pourfemme.it/wp-galleryo/forno-microonde/forno-microonde.jpg&imgrefurl=http://www.pourfemme.it/articolo/forno-a-microonde-consigli-per-l-uso/1434/&usg=__C6z0RyUfMniiZt_BEB4R0N05tnY=&h=399&w=450&sz=17&hl=it&start=0&zoom=1&tbnid=UqwlloBqyYk_2M:&tbnh=146&tbnw=188&ei=M4BvTfgLhNGyBoDr9PEH&prev=/images%3Fq%3Dmicroonde%26um%3D1%26hl%3Dit%26client%3Dsafari%26sa%3DN%26rls%3Den%26biw%3D1260%26bih%3D610%26tbs%3Disch:1&um=1&itbs=1&iact=hc&vpx=143&vpy=260&dur=2525&hovh=211&hovw=238&tx=196&ty=92&oei=M4BvTfgLhNGyBoDr9PEH&page=1&ndsp=18&ved=1t:429,r:6,s:0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: